leitiel


מונה כניסות : 5270137

In questa sezione pubblicheremo
di volta in volta 
nuovi articoli su
temi attuali
-----------------


---------------------








                                                                                        
                                                         

                                             I SETTE PRECETTI UNIVERSALI


 Nel corso dei nostri studi facciamo spesso riferimento alla figura di Noè, in quanto è stato questo grande saggio ad avere istituito i Sette Precetti Universali. La loro conoscenza non è un qualcosa di etico e basta. Fanno parte di un profondo e misterioso segreto cabalistico. Anche se in teoria sono lì da sempre, se ne sente parlare solo adesso grazie alla fatto che, negli ultimi decenni, lo studio della Cabalà si sta’ diffondendo. Ciò a dispetto della bassa qualità che tale studio a volte assume, come nel Newage.    

 
I Sette Precetti Universali sono un profondo mistero esoterico, la cui comprensione ed applicazione sono a salvaguardia di tutti i Settenari della Creazioni, sia nel micro che nel macrocosmo. Soprattutto coloro nel mondo che stanno acquisendo parti della Sapienza universale, sono chiamati a renderli operativi nella propria e nella altrui vita.

L’importanza primaria ed irrinunciabile dei Sette Precetti, è conseguenza del fatto che Essi arrivano da una Fonte superiore alle singole religioni, le quali non dovrebbero essere altro che strumenti di esempio e di insegnamento del come riuscire ad osservarli. Rav Ginsburgh afferma pubblicamente che la sola osservanza del Precetto di non servire idoli, per poter venire compreso ed applicato, richiede l’insegnamento e l’apprendimento della migliore parte della Cabalà!

La Torà non è solo per gli ebrei, bensì è l'insegnamento universale. Essa possiede 70 Volti (shivim panim le Torà), rivolti ad ognuna delle 70 nazioni del mondo, i 70 discendenti di Noè. Moshè, la seconda volta che spiega la Torà, il Deuteronomio, lo insegna in 70 lingue, quelle di ognuno dei 70 popoli, 

Cosa significa "essere a salvaguardia dei Settenari della Creazione?


Diamo qui solo un esempio. E' vero: abbiamo sette Centri di Consapevolezza, sette luoghi privilegiati nei quali i
l corpo e l'anima si interallacciano per scambiarsi vitalità e nutrimento. Nella Cabalà i vortici toroidali che questi flussi di sostanze preziose generano nel loro passare avanti ed indietro dal corpo all'anima e viceversa, si chiamano OFANIM. E' anche il nome di una categoria angelica: אופנים.


Ecco come ognuno dei Sette Precetti difende e protegge ognuno dei nostri sette centri.

1) Creare corti di giustizia (Centro superiore, della Corona, chiamato in ebraico "qod qod", doppio codice  קד קד)


2) Non servire falsi Dei  (Terzo Occhio, centro della fronte, dove si sviluppa la chiaroveggenza. Il dare troppa importanza ed attenzione a "un Dio che non salva" rende impossibile lo sviluppo di questa facoltà superiore.


3) Non bestemmiare  (Centro della Gola, nel quale ha sede la parola


4) Non uccidere (Centro del Cuore, dove hanno sede la compassione e l'amore per la vita)


5) Non rubare (plesso solare, dove scambiamo energia e comando con gli altri. Non si deve prendere niente che non sia stato donato, o che non venga dato dopo che la nostra richiesta è stata accettata).


6) Non cibarsi di parti non un animale mentre questi è ancora vivo (Centro dell'alimentazione, trovare un modo corretto di mangiare)


7) Non esercitare la propria sessualità in modo improprio.  (Centro della radice, il centro più basso, alla radice della colonna vertebrale)

Per sapere di più sull'aspetto etico e legale di queste regole, si legga questo articolo, che però le espeno in un ordine diverso, non dettato dalle riflessioni esoteriche che hanno ispirato l'ordine che abbiamo appena descritto qui sopra.


http://cabala.org/articoli/precetti.pdf





Home page | La nostra scuola |  Seminario Estivo | Viaggio Mistico | Contatti
האתר נבנה במערכת 2all | בניית אתרים