SEMINARIO ESTIVO DEL 2019


CORPO ED ANIMA
come unirli in matrimonio


          

SEMINARIO RESIDENZIALE DI CABALA'

dal 12 al 16 agosto, in Casentino, Toscana, con  Nadav Hadar Crivelli





In questo mondo è l'anima che tiene in vita il corpo.

In quello prossimo sarà il corpo a tenere in vita l’anima”


        Detto chasidico


Il Corpo e l'Anima sono due "anime gemelle". Si innamorano subito e poi si cercano per tutto il tempo successivo. La loro storia varia da persona a persona. Corpo e Anima hanno due essenze più profonde, in buona parte sconosciute ai loro stessi possessori. Cioè sia nel Corpo che nell'Anima c'è una fonte di identità più intima, protetta, l'una diversa dall'altra. E' chiamato il segreto del "due che diventa quattro". Senza scoprire quelle essenze, o senza che esse si rivelino, il rapporto tra Corpo e Anima è complicato e conflittuale (le malattie), e diventa piacevole solo in parte. La Cabalà e i suoi trentadue aspetti di sapienza, si offre come guida al corpo e all'anima, affinché ognuno dei due ritrovi se stesso da prima,

e poi possa sposare l'altra parte.


L’evolversi da “questo mondo” a “quello a venire” non è un evento traumatico, alla fine della vita. Nel cercare l'anima, la sua "anima gemella", il corpo scopre di essere il Libro della Vita. Come dice Giobbe 19, 26:


“dalla mia carne vedrò D-o”


Meditando e contemplando organi e funzioni del corpo umano, saliamo alla visione dell'Assoluto. Esploreremo insieme questi segreti, come ci vengono indicati dalle Lettere Ebraiche e dalle Sefirot. L'unione di Corpo ed Anima è la Singolarità Biologica dalla quale ha avuto inizio l'esistenza di ognuno di noi, ed alla quale stiamo ritornando.  Le lezioni del seminario conterranno molti riferimenti e consigli di natura pratica.

Gli insegnamenti cabalistici sono terapeutici, se ampliamo in noi la loro area operativa.


Seguirà presto un programma più dettagliato. Il seminario è adatto sia agli adepti che ai neofiti.

Per i secondi, ci saranno brevi incontri di ripasso di Sefirot e Lettere.




Tra i vari argomenti del programma, ci sarà e guiderà una meditazione sul nome Metatron. Fedele al ruolo che Metatron svolge, come "Sar Ha Panim", Principe del Volto, nella sequenza delle lettere del suo nome c'è l'attivazione dei nervi e dei tessuti che ci permettono di ruotare la testa in ogni direzione, anche quelle fisicamente meno probabili. Con l'aiuto dell lettere ebraiche possono sviluppare il "collo di uccello", un sistema di vertebre, di tessuti connettivi e di nervi, notoriamente dotato di altissima mobilità.

Quello che desideriamo è vedere di più e vedere meglio, cioè affinare la vista anche nel campo spirituale.

a tra poco la brochure completa 

Per informazioni sul costo, scriveteci 


leitiel@gmail.com



 

האתר נבנה במערכת 2all | בניית אתרים